Istituto delle Suore
Figlie di San Giuseppe del Caburlotto

Video-biografia del padre fondatore

15/04/2010
Video-biografia Luigi Caburlotto

Un amico da conoscere don Luigi Caburlotto

21/10/2013

Biografia Luigi Caburlotto - copertina libro

 

Campagna pro Missioni 2014-2015

14/10/2014

La Congregazione e la Famiglia Religiosa

La Congregazione delle Figlie di S. Giuseppe, fondata da mons. Luigi Caburlotto, forma un’unica Famiglia, governata da una Superiora Generale coadiuvata da un Consiglio, con sede a Venezia.
In Brasile le Comunità formano una Provincia religiosa, nelle Filippine una Delegazione governate da una Superiora nominata dal Consiglio generale. La missione in Kenya è di recente fondazione e dipende direttamente dal governo centrale.

La Superiora Generale ha autorità su tutta la Famiglia religiosa per la quale dà diretti orientamenti e prende decisioni in ordine alla formazione, al carisma, alle attività educative, caritative e apostoliche.

Una attenzione particolare viene riservata ai laici, in particolare ai docenti, agli educatori e collaboratori, ai Volontari associati e operanti in alcune istituzioni sociali e a quanti prestano un periodico servizio nelle missioni, agli Amici del Caburlotto.

 

 

Stampa La Congregazione e la Famiglia ReligiosaInvia a un amico La Congregazione e la Famiglia Religiosa

Casa generalizia - Venezia (VE)

balcone fiorito della Casa generalizia delle Figlie di S, Giuseppe a VeneziaE' luogo privilegiato di memoria del Venerabile Padre Fondatore, Mons. Luigi Caburlotto. Custodisce l'eredità spirituale e carismatica della Famiglia religiosa.

E' la sede della Superiora Generale. Con il  suo Consiglio presiede a tutta la Famiglia religiosa, ne anima la vita spirituale, apostolica e missionaria. Dà orientamenti per la formazione delle religiose e dei laici con i quali operano.

Indirizzo: Dorsoduro 1690/A - 30123 Venezia 
Telefono: 0415226198
Fax: 041 5227125
E-mailpostmaster@sangiuseppecaburlotto.it

Stampa Casa generalizia - Venezia (VE)Invia a un amico Casa generalizia - Venezia (VE)

Comunità di particolare cura della Casa generalizia

Alcune Comunità, per il servizio che svolgono, hanno uno speciale legame con la Casa Generalizia.

Casa S.Giuseppe - Spinea (Ve)

Casa S. Giuseppe - giardino d'ingresso - statua S. GiuseppePer la cura delle Sorelle sofferenti e anziane, che non possono continuare a vivere in una comunità che abbia prevalente servizio educativo-pastorale, nacque fin dal 1961, questa casa che, oltre a garantire adeguata accoglienza, assicura la continuità della vita fraterna, della preghiera. Un buon numero di Amici partecipa frequentemente a momenti di preghiera e ricreativi con reciproco vantaggio.

Indirizzo: Via Roma, 194 - 30038 Spinea (VE)
Telefono:  041/990118
Fax: 041/5412080

Stampa Casa S.Giuseppe  - Spinea (Ve)Invia a un amico Casa S.Giuseppe  - Spinea (Ve)

Comunità religiosa c/o Casa Nazareth - Chirignago (VE)

Casa Nazaret . Chirignago - studioLa Comunità religiosa anima tutta l’attività dei Volontari del Fanciullo nelle Case Nazareth di Chirignago e di Crea-Spinea, è a sua volta sostenuta dalla Casa generalizia.

Indirizzo: Via del Parroco 7, Chirignago - Venezia
Telefono: 041 5440796

Sito web: chirignago.altervista.org

Stampa Comunità religiosa c/o Casa Nazareth - Chirignago (VE)Invia a un amico Comunità religiosa c/o Casa Nazareth - Chirignago (VE)

ITALIA - vent’anni a servizio dei bambini in difficoltà

2014 FINIRE E INIZIARE UN ANNO NEL SEGNO DELLA VICINANZA

 

Nella Diocesi di Vittorio Venrto si ripete da alcuni anni una importante e vivace iniziativa: offrire ai giovani un fine anno e un inizio del nuovo alternativi, impegnati nella solidarietà verso chi vive situazioni difficili, nel divertimento e nella preghiera.

Quest' anno ho partecipato all'iniziativa dell'ultimo e/è il primo, per poter trascorrere un capodanno diverso da tutti gli altri, ho avuto la fortuna di poter far visita alle Suore della casa di riposo di Vittorio. Con mia immensa gioia posso dire che quell'incontro è stato una piacevole sorpresa.

Le ore trascorse con loro sono state per me molto significative, con i loro sorrisi e la loro saggezza mi hanno lasciato un dolce ricordo di quella visita; la cosa che più mi ha meravigliata è stata vedere la serenità nei loro occhi mentre mi raccontavano le proprie esperienze di vita e condividevano con me la vocazione che le aveva spinte a fare questa scelta di vita.

Questo tipo di servizio è un'iniziativa che consiglio davvero a tutti!!"

Sara

Nella tempesta ho trovato il mio Arcobaleno

 

Cinque anni di età, ma già una grande sofferenza covata nel cuore.

Paolo è piccolo, ancora tanto piccolo, ma alla sua maestra, quella suora che ogni giorno lo accoglie alla scuola materna, inizia a confidare qualcosa, e ogni giorno sempre qualcosa di più.

E’ spesso arrabbiato, il piccolo Paolo, si infuria, si agita, a volte risponde male ai compagni di classe. E’ il suo linguaggio: esprime così la sofferenza che si porta dentro. La sua maestra lo accoglie, lo osserva con attenzione, riesce a conquistare la sua fiducia. E il piccolo Paolo (che è piccolo, ma mica stupido, e assorbe tutto come una spugna) pian piano inizia a raccontare quello che succede a casa.


A casa, dove mamma e papà non vivono come tutti gli altri mamma e papà.

A casa, dove volano schiaffi e urla.

A casa, dove mamma e papà sono spesso assenti, distanti, persi anche loro nella propria sofferenza interiore.

Quella maestra è anche una religiosa che vive il carisma trasmesso dal sacerdote veneziano don Luigi Caburlotto, che nel secolo scorso, come faceva San Giovanni Bosco e tanti altri buoni sacerdoti, si dedicava all'educazione dell’infanzia e dell'adolescenza abbandonata e più in difficoltà. Quella maestra, e con lei il responsabile dei Servizi Sociali di quel Comune e il parroco, si sono già accorti che le storie come quelle del piccolo Paolo erano diverse. .. e occorre fare presto, per trovare a questi bambini un posto sicuro, per alcune ore durante la giornata, a volte anche per la notte, dove recuperare quella serenità e sicurezza di cui ogni bimbo ha diritto.

Si attivano dunque, si mettono insieme e progettano, dando vita ad un’esperienza di collaborazione tra Istituzione pubblica, parrocchia e Istituto religioso come ce ne sono poche. E coinvolgono un nutrito gruppo di volontari, parrocchiani di tutte le età disposti a dare una mano, ciascuno come può, per aiutare questi bimbi così vicini a loro. Sono proprio i volontari ad aiutare le suore a sistemare un’ala della loro casa per accogliere questi bambini, un primo “piccolo nido”, antenato di quella che sarà la futura Casa Famiglia e una vera e propria associazione di volontariato: oggi L’Arcobaleno-Onlus.

Paolo si avvicina a questa realtà, la vive, e pur rimanendo in contatto con la famiglia di origine, trova un ambiente educativo in cui essere accolto e ritrovare speranza nel futuro, positività, fiducia e gioia nella vita.

Oggi Paolo è adulto, ha un lavoro, una casa e una famiglia sua. Ha recuperato il rapporto con i propri genitori. “Nella vita, sarai quello che tu vuoi essere” gli aveva detto quella maestra. C’è un segreto, infatti, per trovare la strada della felicità nella vita: avere fiducia in se stessi e nelle proprie risorse interiori positive, qualsiasi sia la propria storia personale.

“Nella tempesta ho trovato il mio Arcobaleno”.

Sabrina Delle Fave

CONCERTO DI NATALE SOTTO LA “CUPOLA D’ORO”

VENEZIA - Istituto S. Giuseppe

Che contrasto cantare: “…e venne in una grotta al freddo e al gelo…” nello scintillio dei mosaici dorati della Basilica di S. Marco!

E’ stato veramente un fatto straordinario!

Il Concerto di Natale della Scuola San Giuseppe – Papafava, quest’anno ha avvolto le cupole dorate di armonia, uscita dalle “voci bianche” dei bambini della Scuola Primaria.

Eppure quel racconto musicato della nascita di Gesù, in mezzo a tanto splendore non appariva fuori luogo!

L’attenzione si è concentrata sul mistero di un Dio fatto bambino che in “punta di piedi” si è messo sulle strade dell’uomo per diventarne compagno di viaggio. E così si è snodato il racconto di una storia d’amore che ha avuto inizio nella povertà di una grotta e che, attraverso le voci di oltre 100 bambini, ha raggiunto il cuore di quanti avevano gremito la Basilica S. Marco.

Un’ora di contemplazione, coinvolti non solo dalla musica, ma anche dai volti espressivi e dagli sguardi di bambini capaci di trasmettere con tutto il loro essere un messaggio che, pur superandoli, li aveva profondamente toccati.

Veramente un messaggio natalizio dove si sentiva che il “Festeggiato” presente!

Un grazie speciale ben meritato alla maestra di musica e a tutte le altre insegnanti impegnate soprattutto a far vivere non solo agli alunni, ma anche alle famiglie, ai nonni e agli amici, il mistero del vero Natale con Gesù protagonista.

Sr V. D.P.

IL REGALO DEL BAMBINO GESÙ AL SAN GIUSEPPE

Per quanto cerchi di organizzare al meglio le cose non sempre vanno lisce.

Avevamo tutto pronto per il consueto concerto di Natale nella solita chiesa di Santa Maria Formosa ma a otto giorni dalla fatidica data ci “accorgiamo” di non poter più usufruire di tale chiesa.

Dopo una tragica ricerca di un posto che potesse ospitarci tutti, ecco… Suor Virginiana riesce a farci cantare in Basilica di S. Marco. Mai successo nei 37 anni in cui insegno al San Giuseppe.

Felici ma un po’ terrorizzati prepariamo in fretta l’evento. Sarebbero state tra noi Madre Idangela e Suor Francesca.

Don Giuseppe ci ha aiutato in tutti i modi. I ragazzi sono stati spettacolari, non posso descrivere cosa è stato vederli tra quei mosaici.

Il momento ci ha emozionati tutti e questo è stato il dono che il Bambino Gesù ha fatto alla nostra scuola.

Grazie Suor Virginiana, grazie Don Giuseppe e Don Meneguol, grazie Bambino Gesù

Maestra Grazia

Stampa ITALIA - vent’anni a servizio dei bambini in difficoltàInvia a un amico ITALIA - vent’anni a servizio dei bambini in difficoltà

Comunità religiosa Sacra Famiglia c/o Associazione Arcobaleno Porcia (Pn)

Casa dell'Arcobaleno - residenza della comunitàLa Comunità religiosa è punto di riferimento per la complessa attività dell’Assoziazione Arcobaleno ed opera in stretta comunione con la Superiora Generale.

Indirizzo: Via delle Acacie,18 33080 Porcia- Pn
Telefono: 0434/590714
 

Stampa Comunità religiosa Sacra Famiglia c/o Associazione Arcobaleno Porcia (Pn) Invia a un amico Comunità religiosa Sacra Famiglia c/o Associazione Arcobaleno Porcia (Pn)
© Istituto delle Suore Figlie di San Giuseppe del Caburlotto
Dorsoduro 1690/A - 30123 Venezia - Italia
E-mail: postmaster@sangiuseppecaburlotto.it
powered with Quick-Portal
Valid XHTML 1.0! Valid CSS!